HER2-Directed Therapy per metastatico …

HER2-Directed Therapy per metastatico ...

introduzione

trastuzumab

Trastuzumab come singolo agente nella malattia metastatica

Trastuzumab alla chemioterapia nella malattia metastatica

Dati preclinici hanno suggerito potenziali effetti additivi o sinergici con trastuzumab e più agenti citotossici, incluse le antracicline, taxani, vinorelbina, e ciclofosfamide. [19] In un cardine multinazionale di fase III di sperimentazione clinica di 469 pazienti con HER2-positivo non precedentemente trattati MBC, donne trattate con antracicline nel trattamento adiuvante sono stati randomizzati a paclitaxel con o senza trastuzumab, mentre i pazienti antracicline-naive sono stati randomizzati alla chemioterapia a base di antracicline con o senza trastuzumab. [15] Rispetto alla sola chemioterapia, trastuzumab più chemioterapia qualsiasi stato associato con una più lunga TTP mediano (7,4 vs 4,6 mesi; P lt; .001), Maggiore ORR (50% vs 32%; P lt; .001), E più a lungo OS mediana (25 vs 20 mesi; P = .046) (Tabella 1). Il tasso di cardiotossicità è stata aumentata con l’aggiunta di trastuzumab alla chemioterapia, in particolare nei pazienti trattati con antracicline con trastuzumab (27% cardiotossicità vs 8% con la sola chemioterapia antracicline) rispetto al paclitaxel con trastuzumab (18% cardiotossicità vs 1% con la sola chemioterapia paclitaxel ). A causa di cardiotossicità significativo, questo processo ha stabilito che la combinazione di antracicline e trastuzumab non può essere raccomandato per i pazienti con MBC. Rispetto al paclitaxel da solo, trastuzumab più paclitaxel è stata associata ad un significativo miglioramento nella ORR (38% vs 16%; P lt; .001), Un TTP mediano più lungo (7 vs 3 mesi; P lt; .001), Ed una tendenza verso un OS più mediana (22 vs 18 mesi; P = .17). E ‘da notare che il 72% dei pazienti che hanno ricevuto la sola chemioterapia in questo processo sono passati al trattamento con trastuzumab. Così, il beneficio di sopravvivenza della chemioterapia a base di trastuzumab è probabilmente sottostimata in questo studio.

Trastuzumab con la terapia endocrina nella malattia metastatica

Diversi studi hanno dimostrato che la terapia di HER2-mirato è utile quando aggiunto ad un inibitore dell’aromatasi nei pazienti con il recettore ormonale (HR) -positivo, HER2-positivo MBC (Tabella 2). Nel randomizzato, controllato con placebo, in aperto, multicentrico di fase III in tandem (Trastuzumab Dual HER2 ER-positivo metastatico cancro al seno) di prova, 208 pazienti in post-menopausa con il recettore HER2-positivo e gli estrogeni (ER) – e / o recettore del progesterone ( PR) malattia -positivo sono stati assegnati in modo casuale a anastrozolo (Arimidex), da solo o con trastuzumab settimanalmente fino alla progressione della malattia. [33] Anastrozolo con trastuzumab era significativamente più efficace del solo anastrozolo sia per quanto riguarda ORR (20% vs 7%, P = .018) E PFS mediana (4,8 vs 2,4 mesi; P = 0,0016). OS non era significativamente differente (28,5 mesi per anastrozolo con trastuzumab vs 23.9 mesi per il solo anastrozolo; P = .325); tuttavia, il 70% dei pazienti nel anastrozolo-alone braccio attraversato oltre a ricevere trastuzumab dopo la progressione su anastrozolo. [33] La disfunzione cardiaca sviluppata in 14 dei 103 pazienti (14%) trattati con Trastuzumab più Anastrozolo e in 2 su 104 pazienti (2%) trattati con anastrozolo da solo, ma di grado 3 o 4 eventi equilibrato tra i gruppi di trattamento. Quasi il 15% dei pazienti che hanno ricevuto anastrozolo con trastuzumab non hanno avuto progressione della malattia per almeno 2 anni, il che suggerisce che la terapia ormonale in concomitanza con trastuzumab può ritardare la chemioterapia in alcuni pazienti. Nello studio Electra (Studio della efficacia e la sicurezza di letrozolo combinata con trastuzumab nei pazienti con carcinoma mammario metastatico), 57 pazienti sono stati randomizzati a letrozolo (Femara) o letrozolo più trastuzumab. TTP mediano era 3,3 mesi vs 14.1 mesi (hazard ratio [HR] = 0,67; P = .23), E ORR è stata del 13% contro il 27% nel letrozolo e letrozolo più trastuzumab braccia, rispettivamente. [34]

Trastuzumab al di là di progressione della malattia

Un problema che è emerso dal momento che le prove iniziali di trastuzumab è come gestire meglio i pazienti i cui tumori progredire durante la terapia a base di trastuzumab. Diversi studi recenti hanno dimostrato beneficio di continuare la terapia con trastuzumab dopo la progressione della malattia in un regime contenente trastuzumab. [35,36] Uno studio di fase III ha studiato capecitabina con o senza trastuzumab in pazienti che avevano progredito su trastuzumab. Anche se il processo è stato chiuso prematuramente a causa della scarsa competenza economica, i dati di 156 pazienti disponibili non hanno mostrato alcuna differenza significativa nel sistema operativo con capecitabina vs capecitabina più trastuzumab, con OS di 20,6 mesi e 24,9 mesi, rispettivamente (HR = 0.94; P = .73). [37] Finale analisi OS del GBG-26 studio tedesco di gruppo Seno non ha dimostrato un beneficio di sopravvivenza significativo per il trattamento al di là di progressione con trastuzumab. Tuttavia, in una analisi post-hoc, i pazienti che ricevono il trattamento anti-HER2 come terapia di terza linea hanno mostrato una migliore sopravvivenza post-progressione rispetto a quelli che non hanno ricevuto un trattamento di HER2-mirato. Un totale di 52 pazienti che hanno continuato o riavviato trattamento anti-HER2 (trastuzumab o lapatinib) dopo il loro secondo progressione ha avuto una sopravvivenza post-progressione di 18,8 mesi rispetto ai 13,3 mesi per i 88 pazienti che non hanno ricevuto un trattamento di terza linea con anti-HER2 agenti (HR = 0.63; P = .02). Continuazione del trastuzumab non è stato associato ad un aumento della tossicità. Questi dati insieme supportano l’uso di una terapia mirata HER2-al di là di progressione della malattia per i pazienti in trattamento con trastuzumab.

lapatinib

Come trastuzumab, lapatinib è stato valutato in combinazione con la terapia endocrina. Un doppio-cieco, controllato con placebo di fase III testato letrozolo più lapatinib rispetto al solo letrozolo in 1.286 donne in postmenopausa con HR-positivo MBC (Tabella 2). Tra il sottogruppo di 219 pazienti con malattia HER2-positivo, l’aggiunta di lapatinib a letrozolo è stato associato ad un significativo miglioramento della sopravvivenza libera da progressione rispetto al solo letrozolo (8.2 vs 3.0 mesi; P = 0,019), ma non del sistema operativo (33,3 vs 32,3 mesi; P = .113). [46]

Un approccio terapeutico basato sulla doppia mirati HER2 senza l’uso della chemioterapia è di grande interesse. Una strategia è di usare trastuzumab abrogare segnalazione attraverso le interazioni cellula-superficie e lapatinib di abrogare segnalazione alla superficie interna della membrana cellulare (upstream inibizione di segnalazione / a valle). Un recente studio randomizzato in 296 pazienti pesantemente pretrattati con MBC e progressione della malattia sul trastuzumab testato l’attività clinica di lapatinib vs lapatinib più trastuzumab. Rispetto al solo lapatinib, lapatinib più trastuzumab è stata associata ad un significativo miglioramento della sopravvivenza libera da progressione (12 vs 8 settimane; HR = 0.73; P = .008) E CBR (24,7% vs 12%; P = .01). [49] Gli eventi avversi più frequenti sono stati diarrea, rash, nausea e affaticamento. La diarrea è stata significativamente più alta nel braccio di combinazione rispetto al braccio lapatinib (60% vs 48%; P = .03). L’incidenza di eventi cardiaci sintomatici è stata bassa, con il 3,4% nel braccio di combinazione e 1,4% nel braccio lapatinib. Così, nonostante la progressione della malattia in una precedente terapia a base di trastuzumab, l’aggiunta di lapatinib al trastuzumab significativamente migliorato la PFS e CBR rispetto alla sola lapatinib, offrendo una opzione gratuita-chemioterapia a pazienti con HER2-positivo MBC.

pertuzumab

Sperimentazioni in corso a HER2-positivo MBC stanno attualmente valutando pertuzumab in combinazione con trastuzumab e capecitabina in uno studio di fase II in seconda linea (PHEREXA [capecitabina con o senza Pertuzumab nei pazienti con HER2-positivo metastatico cancro al seno]; NCT01026142), e in combinazione con trastuzumab emtansine (T-DM1) rispetto a trastuzumab e un taxano (docetaxel o paclitaxel) o T-DM1 da solo in uno studio di fase III, nella cornice di prima linea (MARIANNE [a Study of trastuzumab-DM1 più Pertuzumab Versus trastuzumab (Herceptin) associate a un taxano in pazienti con cancro metastatico al seno]; NCT01120184).

pagine

Related posts

  • ENZALUTAMIDE in metastatico della prostata …

    Sfondo ENZALUTAMIDE è un inibitore orale androgeno-recettore che prolunga la sopravvivenza negli uomini con tumore della prostata metastatico resistente alla castrazione, in cui la malattia è progredita dopo …

  • HER2 cancro al seno metastatico …

    Chi è Herceptin per? Cancro gastrico Herceptin è stato approvato, in combinazione con la chemioterapia (cisplatino e sia capecitabina o 5-fluorouracile), per il trattamento di metastatico HER2-positivo …

  • Terapia di combinazione per Chronic …

    Anticolinergici e beta-agonisti riducono broncocostrizione attraverso meccanismi diversi, e vi è una lunga storia di terapia di combinazione con agenti breve durata d’azione in queste classi di cronica …

  • Current State-of-the-Art Therapy …

    Autore Informativa occupazione o posizione di leadership: Nessuno. Consulente o ruolo consultivo: Nessuno. Azionariato: Nessuno. Onorari: Giorgio Scagliotti, AstraZeneca; Lilly; Novartis; Roche ….

  • Terapia genica dona sangue di un percorso …

    Da Gina KOLATA Pubblicato: 10 novembre 1997 La terapia genica ha spinto i pazienti con vasi sanguigni irrimediabilmente bloccati nelle loro gambe per far crescere le proprie circonvallazioni, i ricercatori hanno detto ieri. Maggior parte…

  • La terapia farmacologica per la dipendenza da alcol …

    Gli aspetti neurocomportamentali della dipendenza da alcol Le persone che bevono alcol per lunghi periodi ed eccessivamente hanno anche desiderio, definito come il desiderio cosciente o voglia di bere alcolici. Intenso…