cisti ovarica allargata

cisti ovarica allargata

Chengquan Zhao 1,2. Lee Shu-Fune Wu 3. Ross Barner 2,4

1. Dipartimento di Patologia, Ospedale Magee-Womens, University of Pittsburgh Medical Center, Pittsburgh, PA, Stati Uniti d’America;
2. Dipartimento di Patologia Ginecologica seno, Istituto Forze Armate di Patologia, Washington, DC, Stati Uniti d’America;
3. Dipartimento di Salute Internazionale, School of Public Health, la Johns Hopkins University, Baltimore, MD, USA;
4. appartenenza attuale: Dipartimento di Patologia, Walter Reed Army Medical Center, Washington, DC, Stati Uniti d’America

parole. Ovaia, carcinoma a cellule chiare, adenofibromatous, endometriosi, patogenesi.

La patogenesi del carcinoma a cellule chiare (CA), tuttavia, è enigmatico e non lo fa perfettamente in questo modello, perché ha caratteristiche in comune sia con il tipo I e tipo II tumori. Ad esempio, come un certo tipo di tumori I, chiaro CA cella è associata con endometriosi, adenofibromas (AFS) / proliferative tumori borderline [] atipici (APT); malattia basso stadio; frequenza variabile di mutazioni di PIK3CA. KRAS. e PTEN e microsatellite instabilità; bassa frequenza di p53 mutazioni; e bassa a moderata livello di instabilità cromosomica. 8, 9, 14, 19, 25, 32, 37, 38, 40, 56, 59, 65, 70, 71, 75 Tuttavia, simile al tipo tumori II, chiaro CA cella è di alta qualità e associato scarsa comportamento quando è di alto stadio. 8, 20, 24, 25, 44, 58, 64, 66

Al fine di chiarire meglio le fasi morfologiche coinvolti nella patogenesi di tumori a cellule chiare epiteliali dell’ovaio e determinare se chiaro CA cellule è un tipo I o tipo II tumore, abbiamo studiato le caratteristiche clinico-patologiche di 472 AF a cellule chiare dell’ovaio, APT, e il CAS il più grande studio di questo tipo fino ad oggi.

I dati clinici e informazioni lordi sono stati estratti dalle note operative e le relazioni di patologia originali, rispettivamente. FIGO fase si è basata su una combinazione di dati clinici, le informazioni dal rapporto di patologia originale, e la revisione delle scivola di tessuti non-ovarici. Uno stadio FIGO è stato assegnato solo per i casi in cui non vi erano sufficienti tessuti non-ovarici disponibili per la revisione istologica, che comprendeva le combinazioni variabili di diapositive da annessiectomia oophorectomies, isterectomie, omentectomies, dissezioni linfonodali, e biopsie di gestione temporanea. Follow-up clinico per un numero sufficiente di casi non era disponibile. Le richieste sono state inviate ai medici, ma troppo poche le risposte sono state ricevute; pertanto, l’analisi statistica significativa per il follow-up non era possibile. Tuttavia, i dati di sosta sono stati confrontati tra le categorie di tumore.

La frequenza di endometriosi, che includeva sia impianti endometriosici e cisti endometriosiche (endometrioma), la sua posizione, e la presenza o assenza di atipie citologiche sono stati registrati. La denominazione “endometriosi ovunque” incluso l’endometriosi all’interno del tumore ovarico, tessuto ovarico normale ipsilaterale residua, l’ovaio normale controlaterale, o siti extra-ovariche; Tuttavia, la frequenza di endometriosi era basato solo su casi in cui tessuti diversi dal tumore ovarico sono stati rimossi. Endometriosi nel tumore ovarico è stato designato come tale se è presente sia all’interno del tumore stesso o nel tessuto ipsilaterale residuo adiacente normale ovarico. criteri definitivi per la distinzione di endometriosi atipico da benigni cambiamenti degenerativi / metaplastiche o intraepiteliale chiaro CA cellula endometriosi non sono stati convalidati, come pure che questa distinzione morfologica è improbabile che sia riproducibile, notevole atipie epiteliali in endometriosi non è stata ulteriormente classificato in questo studio.

atipie epiteliali all’interno di AF o APT è stata valutata. Come CA intraepiteliale nei tumori a cellule chiare non è stata rigorosamente definita, che la terminologia non è stato utilizzato, e nessun tentativo è stato fatto per determinare quale focolai atipico rappresentato intraepiteliale CA. Così, notevole atipie, che non era inequivocabilmente chiaro CA cella, è stato semplicemente registrato come presente o assente.

CA sono stati valutati per varie caratteristiche istologiche, tra cui grado e uno sfondo adenofibromatous. Il tipo di modello architettonico (tubulocystic, papillare, ghiandolare, solido) è stato registrato e classificato come pure se composto 90% del tumore e misto se il 10% di un secondo tipo era presente. La presenza di altri tipi di tumore è stato notato e designato “Carcinoma misto” se il componente cella non chiara rappresentato il 10% del tumore.

CA sono stati assegnati un grado istologico mediante una modifica del sistema di classificazione universale / “Silverberg grade” 60, 62 come segue: Il punteggio architettonica era basata sulla percentuale di solido alla crescita 1 punto, 5%; 2 punti, 6-50%; e 3 punti, 50%. Il punteggio nucleare prevalenza è stata determined- 1 punto, nuclei omogenei con contorni lisci e nucleari nucleoli poco appariscente; 2 punti, nuclei allargati con ipercromasia, sono aumentati i rapporti nucleari-to-citoplasmatica, e nucleoli visibile sotto ad alta potenza (obiettivo 40x) ingrandimento; e 3 punti, contrassegnati atipie citologiche, grandi nuclei, e di solito vescicolare cromatina con nucleoli prominenti. Il punteggio mitotico nella zona più mitoticamente attiva del tumore si è basata sul numero di figure mitotiche (MFS) per 10 campi ad alta potenza (HPFS) [obiettivo 40x zona di campo, 0,237 millimetri 2) per il più alto numero di metodo-1 punto , 0-2 MF / 10 HPFS; 2 punti, 3-7 MF / 10 HPFS; e 3 punti, 8 MF / 10 HPFS. Punti per ogni punteggio sono stati sommati, e il voto finale è stato determinato come segue: Grado 1, 3-5 punti; grado 2, 6-7 punti; e di grado 3, 8-9 punti. Questi criteri di classificazione partono schema originale 60, 62 (criteri architettonici e punti di taglio-index inferiore mitotico), al fine di consentire la classificazione architettonica semplicistico (analogo a quello per il carcinoma dell’endometrio) e perché ovarico a cellule chiare le CA hanno tipicamente indici bassi mitotico .

CA sono stati sottoclassificate come quelli con e senza uno sfondo adenofibromatous [CA (AF +) e CA (AF), rispettivamente], e le loro caratteristiche clinicopatologiche sono stati confrontati. Lo sfondo del CA è stato considerato “adenofibromatous” se avesse caratteristiche istologiche di un AF o APT. Oltre a classificare l’CA, la presenza di atipia nel componente adenofibromatous del tumore è stata registrata nello stesso modo come per AF e APT.

Tutte le analisi statistiche sono state eseguite nella versione SAS 9.2 (SAS Institute, Inc .; Cary, NC, USA), e il livello di significatività è stato fissato a 0,05. Gli intervalli e distribuzioni di frequenza di tutte le variabili continue e categoriali sono stati esaminati. La t-test è stato utilizzato per confrontare le differenze medie di età e dimensioni del tumore. Chi-quadrato o Fisher test esatti sono stati applicati per il confronto di fase, bilateralità, aspetto macroscopico, grado, modello architettonico, componente carcinoma misto, presenza di caratteristiche oxyphilic, e le categorie di endometriosi.

Cancella cellulare adenofibroma (n = 4)

caratteristiche clinico-patologiche di chiara adenofibroma cellulare e proliferativa atipico (borderline) chiara tumore a cellule *

*, Il denominatore per tutti i calcoli si basa sul numero di pazienti in quel gruppo con endometriosi tipica o atipica nel tumore ovarico

, Tutti i tumori adenofibromatous combinato (atipico proliferativa [borderline] tumorali di carcinoma + con sfondo adenofibromatous) vs. carcinoma senza sfondo adenofibromatous

Atipica proliferativa (Borderline) Cancellare delle cellule tumorali (n = 41)

Le caratteristiche clinicopatologiche rispetto alla età, stadio, bilateralità, dimensioni del tumore, e aspetto macroscopico sono mostrati in Tabella 1. Istologicamente, tumori contenevano uno sfondo di AF e mostravano maggiore affollamento ghiandolare così come più variazione nella dimensione e la forma delle ghiandole, compresi dilatazione cistica, rispetto AF (Fig. 2 a). ghiandole occasionali ha mostrato un po ‘più stratificazione dell’epitelio (2-4 strati), ma in generale non ha avuto notevole complessità architettonica, quali papillare, i modelli solidi, o cribriforme. I nuclei sono stati per lo più piccole, uniforme e piana per arrotondare, ma di tanto in tanto aveva allargamento nucleare mite e leggera ipercromasia; nucleoli, se presenti, sono generalmente piccole (Fig. 2 B).

Solo un caso ha avuto attività mitotica (1 MF / 10 HPFS). atipie nucleari notevole era focally presente in 11 casi (27%) (Figura 2 C.); Tuttavia, tali focolai mancava associate alterazioni stromali e forme riconoscibili di invasione, come un’infiltrazione casuale di ghiandole, confluenza ghiandolare, attività mitotica all’interno delle ghiandole, o la comparsa convenzionale di chiara CA. cellulare

Cancella carcinoma a cellule con sfondo Adenofibromatous (n = 141)

Le caratteristiche clinico-patologiche per quanto riguarda l’età, lo stadio, bilateralità, le dimensioni del tumore, aspetto macroscopico, e le distribuzioni di grado e modello architettonico sono riportate nella Tabella 4. Tra i casi, il CA visualizzata istologicamente combinazioni di tubulocystic (Fig. 3 A), papillare, e solidi modelli architettonici; hobnail, poligonale, e le forme di cellule piatte (Fig 3 B.); citoplasma chiaro o oxyphilic; uno spettro di atipie che vanno da lieve a grave; generalmente bassi indici mitotico; e stroma ialinizzato, simile alle caratteristiche viste in cellule chiare dell’ovaio CA descritto in dettaglio altrove. 13, 47, 70, 75, 77

Lo sfondo del tumore conteneva quantità variabili di componenti adenofibromatous (Fig. 3 C). La percentuale della componente CA cellule chiare nei tumori variava da focale per la diffusione, ma i casi con componenti di CA focali superato le definizioni convenzionali per microinvasione (3 mm di dimensione massima). atipie nucleari notevole era focally presente in background adenofibromatous in 34 casi (24%), e l’aspetto istologico di tali foci era simile a quelli con atipie notevole APT sopra descritto. Un confronto con cellule chiare non adenofibromatous CA è mostrato nella Tabella 4.

Sebbene la maggior parte dei tumori visualizzata modelli di crescita carcinomatose evidenti, l’architettura l’intero tumore in 7 casi (5%) superficialmente assomigliava un AF / APT con stroma fibromatous e inalterata tra le ghiandole; Tuttavia, il grado combinato di affollamento ghiandolare e variazione nella dimensione e la forma delle ghiandole, disposizione casuale delle ghiandole, sostanziale stratificazione epiteliale, e diffondere marcata atypia superavano notevolmente l’aspetto convenzionale di AF / APT (Fig. 4). Nei 6 casi con dati messa in scena, 1 (17%) hanno avuto la malattia extra-ovarico.

caratteristiche clinico-patologiche di carcinomi a cellule chiare dell’ovaio *

Carcinoma con sfondo adenofibromatous (n = 141)

, aspetto predominante lordo

, pattern architetturale Pure

Carcinoma con sfondo adenofibromatous. Il componente carcinoma presenta una (A) modello tubulocystic con (B) oxyphilic, hobnail, e le cellule atipiche piatte. (C) Il componente adenofibromatous non mostra caratteristiche architettoniche del carcinoma a cellule chiare o atipie notevole.

Associazioni con endometriosi, tra cui il confronto con cellule chiare non adenofibromatous CA, sono riportati nelle tabelle 2. 3. e 5. focolai di atipia epiteliale in endometriosi nel tumore ovarico erano simili a quelle di endometriosi atipici associati a APT sopra indicati.

Confronto di AF, APT, e CA (AF +) s (Tabella 6) ha rivelato che tutti i AFS e APT erano in stadio I come lo erano il 79% di CA (AF +) s. Le categorie tumorali da AF a CA correlati con un graduale aumento delle dimensioni del tumore. Aumentando proporzioni del componente CA nella CA (AF +) s correlata con un leggero aumento nel grado e stadio avanzato (Tabella 7).

Associazione di sfondo adenofibromatous e endometriosi nel carcinoma a cellule chiare dell’ovaio (n = 427)

Cancella Cell Carcinoma-Associated Componenti

*, Il denominatore per tutti i calcoli si basa sul numero totale in tale gruppo di pazienti salvo diversamente specificato

Cancella Cell Carcinoma senza sfondo Adenofibromatous (n = 286)

Le caratteristiche clinicopatologiche rispetto alla età, stadio, bilateralità, dimensioni del tumore, aspetto macroscopico, e distribuzioni di grado e modello architettonico sono mostrati in Tabella 4. L’aspetto istologico era simile a quello dei componenti di CA di CA (AF +). la crescita intra-cistica complessa senza invasione distruttiva del sottostante stroma ovarico normale era comune (Fig. 5). Ventinove tumori (10%) hanno avuto una componente carcinoma mista di tipo cellulare non chiara, 9 dei quali sono stati associati con endometriosi. Un confronto con cellule chiare adenofibromatous CA è mostrato nella Tabella 4.

Associazioni con endometriosi, tra cui il confronto con cellule chiare adenofibromatous CA, sono riportati nelle tabelle 2. 3. e 5. Le 57 CA con endometriosi nel tumore ovarico aveva i seguenti modelli istologici: tubulocystic (n = 4), ghiandolare (n = 1 ), solido (n = 4), e papillare (n = 8). modelli misti avvenuto in 40. Trentuno dei casi 46 (67%) derivanti direttamente all’interno di una cisti endometriosica aveva un aspetto macroscopico prevalentemente cistica. Foci di atipia epiteliale endometriosi nel tumore ovarico erano simili a quelli associati con endometriosi APT sopralamentati (figg. 6 e 7).

carcinoma a cellule chiare sollevate da una ciste endometriosica. Il tumore è interamente intra-cistica.

carcinoma a cellule chiare sollevate da una ciste endometriosica. Tipico dell’epitelio endometriosica (parte inferiore ) Mostra progressivamente una maggiore atipie (in mezzo ), In quanto fonde con eventuale carcinoma intraepiteliale (superiore ) E carcinoma a cellule chiare intra-cistica (sinistra ).

Atipica cisti endometriosica associato con carcinoma a cellule chiare. (A) La cisti endometriosica contiene cellule epiteliali atipiche sparse, che non erano direttamente contigui con carcinoma (non mostrato ). (B) Le cellule atipiche hanno nuclei rotondi e abbondante citoplasma eosinofilo. Alcuni nuclei atipici sono ipercromatico mentre altri hanno distribuito irregolarmente cromatina.

Confronto di Clear cellulare carcinomi (senza sfondo Adenofibromatous) con endometriosi contro altri tumori

All’interno l’intera categoria di CC (AF) s, il sottoinsieme associato con endometriosi nel tumore ovarico è emerso come un sottoinsieme distinta. Rispetto a tutte le altre cellule chiare CAS [CC (AF +) s e CC (AF) s senza endometriosi combinato], le donne con CC (AF) s con endometriosi erano più giovani (p = 0,001), ed i loro tumori erano più spesso cistica (p0.0001) e la fase I (p = 0,02). Inoltre, essi più comunemente avevano una componente carcinoma mista di tipo non a cellule chiare (p = 0,04), endometriosi nel tumore ovarico (p0.0001), e del tumore derivanti direttamente all’interno di una cisti endometriosica (p0.0001). Quando l’endometriosi era presente in una categoria di chiara CA cellulare, era più comunemente atipico in CC (AF) con endometriosi (p = 0,004). Le differenze per altri parametri, come ad esempio le dimensioni del tumore, il grado, l’architettura e le caratteristiche oxyphilic, non erano statisticamente significativi (p-value, 0,10-0,42).

In sintesi, entrambi i tipi di carcinomi a cellule chiare, adenofibromatous e cistica, sembrano essere derivati ​​da endometriosi. Tuttavia, l’ex sviluppano da endometriosi non cistica e sono associati con i componenti adenofibromatous mentre i secondi derivano da una cisti endometriosica (endometrioma) e non sono associati con un background adenofibromatous. I due percorsi non sono necessariamente si escludono a vicenda, come ci possono essere sovrapposizioni in alcuni casi. In ogni caso, entrambe le forme di carcinoma a cellule chiare sono più strettamente correlate a digitare I tumori dal punto di vista precursore.

Gli autori ringraziano Russell Vang, M.D (Dipartimento di Patologia, Johns Hopkins University School of Medicine, Baltimore, MD) per la sua guida in questo studio.

Il parere e le affermazioni contenute nel presente accordo sono le opinioni personali degli autori e non devono essere interpretati come ufficiale o come rappresentanti le opinioni del Dipartimento dell’Esercito o il Dipartimento della Difesa.

Gli autori hanno dichiarato che nessun conflitto di interesse esiste.

2. Ali-Fehmi R, Khalifeh I, Bandyopadhyay S. et al. I modelli di perdita di eterozigosi a 10q23.3 e microsatellite instabilità nella endometriosi, endometriosi atipica e carcinoma ovarico derivanti in associazione con endometriosi. Int J Gynecol Pathol . 2006;25 : 223-229

3. Ballouk F, Ross JS, Lupo aC. Le cisti endometriosiche ovariche. L’analisi di atipie citologiche e modelli ploidia del DNA. Am J Clin Pathol . 1994;102 : 415-419

4. Campana DA, Scully RE. adenofibromas cellule chiare benigne e borderline dell’ovaio. Cancro . 1985;56 : 2922-2931

5. Borgfeldt C, Andolf E. Il rischio di cancro dopo la diagnosi di dimissione ospedaliera di cisti ovariche benigne e l’endometriosi. Acta Obstet Gynecol Scand . 2004;83 : 395-400

6. RJ Brescia, Dubin N, Demopoulos RI. carcinoma a cellule endometrioidi e chiara delle ovaie. Fattori che influenzano la sopravvivenza. Int J Gynecol Pathol . 1989;8 : 132-138

7. Brinton LA, Gridley G, Persson I. et al. Il rischio di cancro dopo una diagnosi di dimissione ospedaliera di endometriosi. Am J Obstet Gynecol . 1997;176 : 572-579

10. Crozier MA, Copeland LJ, Silva EG. et al. carcinoma a cellule chiare dell’ovaio: uno studio su 59 casi. Gynecol Oncol . 1989;35 : 199-203

12. Czernobilsky B, Silverman BB, Enterline HT. carcinoma a cellule chiare dell’ovaio. Un’analisi clinicopathologic di forme pure e miste e confronto con carcinoma endometrioid. Cancro . 1970;25 : 762-772

16. Fujita M, Enomoto T, Inoue M. et al. L’alterazione del gene soppressore del tumore p53 si verifica indipendentemente attivazione K-ras e più frequentemente in adenocarcinomi sierose che in altri tumori epiteliali comuni della ovaio umano. Jpn J Cancer Res . 1994;85 : 1247-1256

17. Fukunaga M, Nomura K, Ishikawa E. et al. Ovarico endometriosi atipico: la sua stretta associazione con i tumori epiteliali maligni. istopatologia . 1997;30 : 249-255

20. Goff BA, Sainz de la Cuesta R, Muntz HG. et al. carcinoma a cellule chiare dell’ovaio: un tipo istologico distinta con prognosi infausta e la resistenza alla chemioterapia a base di platino nella malattia in stadio III. Gynecol Oncol . 1996;60 : 412-417

21. Goumenou AG, Arvanitis DA, Matalliotakis IM. et al. saggi microsatellite DNA rivelano uno squilibrio allelica a P16 (INK4), GALT, p53, e APOA2 loci nei pazienti con endometriosi. Fertil Steril . 2001;75 : 160-165

22. Ho ES, Lai CR, Hsieh YT. et al. p53 mutazione non è frequente nel carcinoma a cellule chiare dell’ovaio. Gynecol Oncol . 2001;80 : 189-193

24. Itamochi H, J Kigawa, Sugiyama T. et al. bassa attività di proliferazione può essere associato con chemioresistenza nel carcinoma a cellule chiare dell’ovaio. Obstet Gynecol . 2002;100 : 281-287

25. Jenison EL, Montag AG, Griffiths CT. et al. adenocarcinoma a cellule chiare dell’ovaio: una analisi clinica e confronto con il carcinoma sieroso. Gynecol Oncol . 1989;32 : 65-71

26. Jiang X, Hitchcock A, Bryan EJ. et al. analisi dei microsatelliti di endometriosi rivela la perdita di eterozigosi al candidato del tumore ovarico gene soppressore loci. Cancer Res . 1996;56 : 3534-3539

27. Jiang X, Morland SJ, Hitchcock A. et al. Allelotyping di endometriosi con carcinoma ovarico adiacente rivela la prova di una discendenza comune. Cancer Res . 1998;58 : 1707-1712

28. Jimbo H, Hitomi Y, Yoshikawa H. et al. Le prove per l’espansione monoclonale delle cellule epiteliali in cisti ovariche endometriosiche. Am J Pathol . 1997;150 : 1173-1178

29. Jimbo H, Yoshikawa H, Onda T. et al. La prevalenza di endometriosi ovarica nel carcinoma ovarico epiteliale. Int J Obstet Gynaecol . 1997;59 : 245-250

30. Kennedy AW, Biscotti CV, Hart WR. et al. Ovarico adenocarcinoma a cellule chiare. Gynecol Oncol . 1989;32 : 342-349

31. Kita T, Kikuchi Y, Kudoh K. et al. studio esplorativo della chemioterapia efficace per cancellare carcinoma dell’ovaio. Oncol Rep . 2000;7 : 327-331

35. Komiyama S, D Aoki, Tominaga E. et al. La prognosi dei pazienti giapponesi con carcinoma a cellule chiare dell’ovaio associato con endometriosi pelvica: valutazione clinicopathologic. Gynecol Oncol . 1999;72 : 342-346

36. Korner M, Burckhardt E, Mazzucchelli L. Maggiore frequenza di aberrazioni cromosomiche in endometriosi ovarica rispetto al endometriosi extragonadico: un possibile legame di endometrioidi adenocarcinoma. mod Pathol . 2006;19 : 1615-1623

39. Kurman RJ, Craig JM. carcinoma a cellule endometrioidi e chiara delle ovaie. Cancro . 197229 : 1653-1664

42. LaGrenade A, Silverberg SG. tumori ovarici associati con endometriosi atipici. Hum Pathol . 1988;19 : 1080-1084

44. Mizuno M, Kikkawa F, Shibata K. et al. A lungo termine di follow-up e di analisi fattore prognostico in adenocarcinoma a cellule chiare dell’ovaio. J Surg Oncol . 2006;94 : 138-143

45. Modesitt SC, Tortolero-Luna G, Robinson JB. et al. Ovarico e cancro endometriosi associata extraovarian. Obstet Gynecol . 2002;100 : 788-795

46. ​​Moll UM, Chumas JC, Chalas E. et al. carcinoma ovarico provenienti da endometriosi atipici. Obstet Gynecol . 1990;75 : 537-539

47. Montag AG, Jenison EL, Griffiths CT. et al. carcinoma a cellule chiare ovarico. Un’analisi clinicopathologic di 44 casi. Int J Gynecol Pathol . 1989;8 : 85-96

48. Nilbert M, Pejovic T, Mandahl N. et al. origine monoclonale di cisti endometriosiche. Cancro Int J Gynecol . 1995;5 : 61-63

49. Norris HJ, Robinowitz M. adenocarcinoma ovarico di tipo mesonephric. Cancro . 1971;28 : 1074-1081

50. Ogawa S, T Kaku, Amada S. et al. endometriosi ovarica associata con carcinoma ovarico: uno studio clinico-e immunoistochimica. Gynecol Oncol . 2000;77 : 298-304

51. Okada S, Tsuda H, Takarabe T. et al. Allelotype analisi dei tumori ovarici epiteliali comuni con particolare riferimento al confronto tra adenocarcinoma a cellule chiare con altri tipi istologici. Jpn J Cancer Res . 2002;93 : 798-806

52. Okuda T, Otsuka J, Sekizawa A. et al. mutazioni di p53 e sovraespressione influenzano la prognosi del cancro ovarico endometrioidi ma non è chiaro il cancro delle cellule. Gynecol Oncol . 2003;88 : 318-325

54. Prowse AH, Manek S, Varma R. et al. Molecolare prova genetica che l’endometriosi è un precursore del cancro ovarico. Int J Cancer . 2006;119 : 556-562

55. Roth LM, Langley FA, ​​Fox H. et al. I tumori delle cellule adenofibromatous chiaro ovarico. Benigna, di basso potenziale maligno, e associato con carcinoma a cellule chiare invasivo. Cancro . 1984;53 : 1156-1163

57. Sato N, Tsunoda H, Nishida M. et al. La perdita di eterozigosi su 10q23.3 e mutazione del PTEN gene oncosoppressore in benigno cisti endometriale delle ovaie: possibile progressione sequenza dal benigno cisti endometriale al endometrioidi carcinoma a cellule chiare e carcinoma dell’ovaio. Cancer Res . 2000;60 : 7052-7056

58. Sato Y, Shimamoto T, Amada S. et al. valore prognostico della classificazione istologica dei carcinomi ovarici. Int J Gynecol Pathol . 2003;22 : 52-56

59. Shih I, Kurman RJ. tumorigenesi ovarica: un modello proposto sulla base di analisi genetica morfologica e molecolare. Am J Pathol . 2004;164 : 1511-1518

62. Silverberg SG. classificazione istopatologica di carcinoma ovarico: una revisione e una proposta. Int J Gynecol Pathol . 2000;19 : 7-15

63. Stern RC, Dash R, Bentley RC. et al. Malignità in endometriosi: la frequenza e il confronto dei tipi ovarici e extraovarian. Int J Gynecol Pathol . 2001;20 : 133-139

64. Sugiyama T, T Kamura, Kigawa J. et al. Le caratteristiche cliniche di carcinoma a cellule chiare dell’ovaio: un tipo istologico distinta con prognosi infausta e la resistenza alla chemioterapia a base di platino. Cancro . 2000;88 : 2584-2589

65. Takano M, Y Kikuchi, Yaegashi N. et al. carcinoma a cellule chiare dell’ovaio: una retrospettiva esperienza multicentrico di 254 pazienti con stadiazione chirurgica completa. Br J Cancer . 2006;94 : 1369-1374

66. Tammela J, Geisler JP, Eskew PNJr. et al. carcinoma a cellule chiare dell’ovaio: prognosi sfavorevole rispetto al carcinoma sieroso. Eur J Gynaecol Oncol . 1998;19 : 438-440

67. Tamura M, Fukaya T, Murakami T. et al. Analisi di clonalità in cisti endometriosiche umani basati sulla valutazione di inattivazione del cromosoma X in tessuto inclusi in paraffina fissati in formalina di archiviazione. Lab Invest . 1998;78 : 213-218

68. Tsukahara Y, Satoh M, Kato J. et al. indagini clinicopathologic di endometriosi ovarica: uno studio comparativo di tipo cistico e non cistica. Nippon Sanka Fujinka Gakkai Zasshi . 1985;37 : 751-757

69. Varma R, T Rollason, Gupta JK. et al. Endometriosi e il processo neoplastico. Riproduzione . 2004;127 : 293-304

76. Yoonessi M, D Weldon, Satchidand SK. et al. Cancella cellule adenocarcinoma ovarico. J Surg Oncol . 1984;27 : 289-297

77. Giovane RH, Scully RE. Oxyphilic carcinoma a cellule chiare dell’ovaio. Un rapporto di nove casi. Am J Surg Pathol . 1987;11 : 661-667

Related posts

  • cancro cisti ovarica complesso

    Il cancro ovarico è un termine non specifico per una varietà di tumori che hanno origine nelle ovaie. Ci sono circa 20 tipi di microscopio distinti. Essi possono essere classificati in tre grandi gruppi, …

  • Complesso cisti ovarica, cisti nell’ovaio di sinistra.

    Caro Dott del Junco: Questo può sembrare un problema insignificante, ma sono preoccupato. Ho 45 anni. Ho avuto il mio primo periodo, all’età di 10. Oggi il mio medico chiamato a dire un suono ultra ha mostrato …

  • Complesso cisti ovarica, cisti collo complessa.

    Una cisti ovarica Complex è una crescita raro che si verifica tra le donne in età fertile. Sono generalmente benigni e asintomatica, e possono scomparire senza trattamento. Ma se la condizione …

  • Definizione di cisti ovarica, emorragica …

    cisti ovarica: un sacco pieno di liquido nelle ovaie. Il tipo più comune di cisti ovarica è chiamato cisti follicolari. Risulta dalla crescita di un follicolo. Un follicolo è la cisti piene di liquido …

  • Dermoide cisti ovarica spiegato, 4 pollici cisti ovariche.

    Conosciuto anche come un teratoma maturo o cistica, la cisti ovarica dermoide è un tipo relativamente comune di tumore benigno che può svilupparsi nelle ovaie. In realtà, questo tipo di cisti rappresenta circa …

  • Complesso cisti ovarica – Che cosa è …

    Una cisti ovarica complesso è un tipo di cisti che ha sia componenti solide e liquide. Trovato nell’ovaio e incassato in una parete sottile, una cisti complesso può apparire esattamente come una ciste base ….